Feed RSS
iscriviti

Lattine, bottiglie, fusti: quali scegliere? I diversi tipi di packaging per bevande e i loro vantaggi

La solidità dei fusti, la leggerezza dell’alluminio o la sostenibilità del vetro? Nel packaging per bevande non esiste un vincitore assoluto, ma solo alternative che meglio si adattano alla produzione e agli obiettivi di vendita delle aziende. Vediamo insieme quali sono i punti di forza di lattine, bottiglie e fusti, le tre tipologie di packaging su cui Comac punta con le sue linee di confezionamento.

Pubblicato martedì, 22 dicembre 2020 |
Categoria: Impianti Comac

La scelta del packaging perfetto dipende da molti fattori: tipo di bevanda da confezionare, posizionamento sul mercato, budget a disposizione per i materiali, identità del brand e molto altro ancora. I vantaggi di ogni tipo di packaging sono molteplici: per fare la scelta giusta basta solo avere ben chiare le proprie necessità di produzione e i requisiti da soddisfare.

 

In questo articolo riassumiamo i diversi tipi di packaging per bevande e i loro principali vantaggi.

 

Perché usare le lattine come packaging

La sostenibilità, la leggerezza e la versatilità dell’alluminio sono tra i punti di forza principali delle lattine.

 

Disponibili in diversi formati, le bevande in lattina sono tra le più popolari del momento, anche nel settore delle birre artigianali.

L’alluminio spesso si rivela la scelta vincente perché unisce leggerezza e sostenibilità, due aspetti particolarmente apprezzati dai consumatori finali. Si tratta, inoltre, di un materiale con un prezzo vantaggioso e che può essere riciclato al 100% e all’infinito, a differenza di altri prodotti come la plastica.

 

Un altro aspetto positivo? Le lattine sono tra i packaging più versatili quando si tratta di bevande: l’esterno di questo contenitore, infatti, è interamente personalizzabile con grafiche colorate e accattivanti, anche stampate direttamente sull’alluminio (un procedimento che consente anche di risparmiare carta per l’etichettatura).

 

Perché usare bottiglie di vetro come packaging

Sostenibilità, migliore qualità percepita e stabilità della bevanda: tre aspetti da non sottovalutare.

 

In un nostro articolo dedicato alle riempitrici bottiglie e ai loro vantaggi abbiamo parlato di come diversi studi di settore abbiano dimostrato che il vetro comporta una migliore qualità percepita da parte del consumatore, sia in termini di gusto, sia di sensazione di maggiore ricercatezza.

Questo accade principalmente perché, specialmente in presenza di una bevanda frizzante, la rigidità e la non permeabilità del vetro garantisce una migliore stabilità del prodotto.

 

In aggiunta a questo vantaggio non indifferente, anche il vetro, come l’alluminio, è una valida soluzione per il packaging in termini di sostenibilità ambientale. È infatti riciclabile all’infinito e al 100%.

 

Perché usare fusti in acciaio inox e PET

Un packaging che non tramonta mai: solidità, capienza e praticità sempre al proprio fianco.

 

I fusti rimangono tra i packaging più gettonati quando si tratta di bevande, in quanto sono i più solidi e capienti.

Se il tuo cliente tipo ha un’attività di ristorazione o un locale, il fusto in acciaio è sicuramente la scelta più azzeccata. Questo tipo di imballaggio, infatti, garantisce praticità nell’erogazione, maggiore protezione da aria e luce e un migliore mantenimento nel tempo della qualità della bevanda.

 

Se desideri ampliare la tua clientela, i fusti in PET possono essere una soluzione adatta sia per le attività, sia per i privati, grazie allo smaltimento più semplice del contenitore e alla facilità di utilizzo anche senza un apposito spillatore professionale.

 

 

Comac può fornirti l’impianto di confezionamento perfetto a seconda del tipo di packaging scelto per le tue bevande. Scopri l’efficienza e l’affidabilità dei nostri macchinari.

Richiedi una consulenza

Condividi sui socials:
Lascia un commento
Captcha
invia commento

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità Comac, inserisci la tua mail e i dati richiesti:
iscriviti